Come aiutare un amico nel disagio psicologico?

Come aiutare un amico nel disagio psicologico?

Rottura, perdita del lavoro, morte, malattia, problema sul lavoro: i motivi che spiegano il disagio psicologico da un amico può essere molti. Per aiutarlo e supportarlo, segui il nostro consiglio.

Perché sei un amico affidabile ed empatico, vuoi sempre aiutare un amico intimo che sta attraversando un periodo difficile. Ma puoi sentire di non essere attrezzato per supportarlo durante la traversata di questo test. Sappi che prima di tutto, ciò che il tuo amico ha bisogno di te è il tuo ascolto. Consulenza medica o consulenza psicologica, può ricevere se è seguito da uno specialista. Quello che devi offrirgli è ascoltarlo davvero.

Per ascoltare ciò che il nostro amico vuole dirci, dobbiamo prima avere il tempo e scegliere il momento giusto per discuterne con lui. Scegli un posto tranquillo dove poter chattare senza essere disturbato e assicurarti di non essere spintonato dal tempo. Le confidenze non sono necessariamente spontanee e non mettono pressione sul tuo amico.

Come agire per aiutare un amico in difficoltà psicologica

  • Chiedigli cosa c'è che non va, ma non farlo in fretta. Soprattutto, evita di bombardarlo di domande. Lascia che le confidenze arrivino al loro ritmo. Quindi, sii paziente con i silenzi.
  • Rispetta il suo grado di apertura. Non è perché sei pronto che sia così.
  • Non minimizzare ciò che vive e non provare a dire frasi come "Capisco, anch'io …" cercando di stabilire una connessione tra ciò che vive e ciò che potresti aver vissuto. Non forzare le cose.
  • Assicurati al tuo amico che sei lì per aiutarlo e che non è solo. Prendendo seriamente la sua situazione, lo aiuti a camminare lentamente. Puoi anche aiutarlo a trovare aiuto esterno o accompagnarlo a un appuntamento.
  • Evitare di giudicare o valutare le sue parole o azioni. Cerca di capire cosa sta attraversando. Se non sei sicuro di capire, riformula le parole "Se ho capito bene, senti …".
  • Se ti chiede la tua opinione, evita di dirgli cosa vorresti fare per lui, e invece di nominare fatti che hai osservato su di lui. "Mi sono reso conto che mi sembrava meno motivato al lavoro."
  • Se ti senti a tuo agio – e se anche il tuo amico lo è – puoi mostrare la tua preoccupazione tenendogli la mano, toccando il suo braccio e così via. Ma stai attento ai segnali che potrebbero suggerire che la vicinanza lo rende scomodo.

Circondatevi!

Pensi di non avere le capacità per aiutare, senti che la situazione sta diventando troppo grande, o pensi che il tuo amico abbia bisogno di più? Non trasportare questo carico da solo. Chiedi aiuto. Sì, aiutalo ad aiutarlo. O semplicemente per proporre nuove strade (specialisti, organizzazioni, ecc.) Per supportarlo nel suo approccio.

Ecco alcuni posti dove puoi ottenere aiuto:

  • Centro assistenza 24/7
  • CLSC in Quebec
  • Associazione Québec per la prevenzione del suicidio (AQPS)
  • Consolidamento dei servizi di intervento in caso di crisi in Quebec
  • Ordine degli psicologi del Quebec

​** Conoscete il servizio Pause Therapy che offre la possibilità di consultare online un membro psicologo di questa rete (tutto l'Ordine degli Psicologi del Quebec) collegando sempre e ovunque (da $ 29 per blocco) 20 minuti).

Inoltre, ricorda che se il tuo amico ha pensieri suicidi – nonostante la tua promessa di non parlarne – non dovresti lasciarlo da solo. Agisci chiamando senza indugio

  • Centri di prevenzione del suicidio: 1-866- Chiamate (277-3553)
  • Azione suicida Montreal: 514-723-4000

– Questo articolo non equivale a una consulenza con uno specialista. In caso di dubbio, consultare un medico, uno psicologo o un altro operatore sanitario. Per una grave crisi, chiama i servizi di emergenza nella tua zona.

Ti piace questo post? Si prega di condividere con i tuoi amici:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: