Come aiutare il bambino a gestire l'ansia?

Come aiutare il bambino a gestire l'ansia?

Jan H Andersen / Shutterstock

Cosa succede se mi manca l'autobus? Cosa succede se non ci riesco? E se altri ridessero di me? E se, e se e se … Apprendi il peggio: un'attività che si trasforma in disastro, una brutta nota … Questa è la vita quotidiana dei giovani (e non così giovani) che vivono l'ansia. A nessun genitore piace vedere il proprio figlio soffrire così, perché l'ansia, sì, è molto dolorosa.

Le manifestazioni di ansia

Esistono quattro tipi di manifestazioni di ansia: pensieri, comportamenti, sentimenti e risposte fisiologiche.

Pensieri negativi

  • Paura infondata
  • Paura di fallire
  • Anticipazione di un problema

comportamenti

  • volo
  • evitare
  • crisi
  • disattenzione

sentimenti

  • paura
  • vergogna
  • tristezza
  • rabbia

Reazioni fisiologiche

  • tremori
  • Accelerazioni della frequenza cardiaca
  • Disturbi del sonno
  • Mal di testa o mal di stomaco

Aiutare il bambino a controllare l'ansia

L'obiettivo non è eliminare l'ansia, ma controllarla. In effetti, la gestione dell'ansia è un eccellente fattore di auto-miglioramento e performance. Al contrario, mal gestito, l'ansia causa una spirale negativa, a volte pericolosa.

1- Comprendere le sue paure

L'ansia è direttamente correlata all'anticipazione. Questo è il motivo per cui devi cercare di capire tutto il "Cosa succede se?" Di tuo figlio. Diciamo che ha paura di perdere la sua presentazione orale e che i suoi compagni di classe stanno ridendo di lui. Riportalo al momento presente. Ha lavorato sodo, praticato da solo, poi di fronte a te e tutto andava bene. E se dimentica e non sa cosa dire? Portalo a trovare la soluzione da solo: impiega qualche secondo a guardare le sue carte, fa un respiro profondo, poi continua.

2- Pensa positivo

Più facile a dirsi che a farsi, siamo d'accordo. Ma lavorando questo aspetto un po 'tutti i giorni, visualizzando positivamente, riuscirà a controllare la sua ansia. Così, nel giorno di un grande esame di giovani incline all'ansia, arriverà in classe rilassato, quindi risponderà, fiducioso, a domande l'una dopo l'altra. E se blocco su una domanda? Sì, succede! Mantieni la calma, vai alla domanda successiva e torni alla fine. È così semplice.

3- Impara a rilassarti

Puoi anche mostrare al tuo bambino alcuni esercizi di respirazione che lo aiuteranno a calmarsi quando provano ansia o stress. Eccone due:

l'albero. Guida il tuo bambino: "Stai fermo, radicati nel terreno come l'albero fa con le sue radici, alza le braccia e allungale come se fossero rami. la brezza. "Per realizzare alcuni minuti.

La candela immaginaria. Esegui l'esercizio: "Metti un dito a pochi centimetri dalla bocca: è una candela, inspira lentamente attraverso il naso, gonfiando la pancia, ora espira delicatamente attraverso la bocca, facendo attenzione che la candela non si spenga "Ripeti circa 5 volte.

Se, nonostante tutti i tuoi sforzi, noti che il tuo bambino soffre di ansia, non esitare a consultare lo staff della sua scuola o un membro del tuo CLSC. È essenziale evitare che la situazione degeneri.

Puoi anche prendere il libro Elizabeth ha paura del fallimento (Dominique et al., 2011), un album scritto da un logopedista e psicologo del Quebec. Il bambino ansioso seguirà il percorso di Elizabeth, 7 anni, che ha paura del fallimento. Scoprirà diversi modi per riconquistare la fiducia e incorporare i principi di risoluzione dei problemi. Una sezione informativa dedicata ai genitori segue la storia. Spiega in dettaglio che cos'è l'ansia e ti darà diversi consigli.

Questo articolo è una collaborazione di School Success, una società dedicata al successo accademico di studenti primari, secondari e universitari. Fornisce assistenza per i compiti, servizi di riparazione, arricchimento e preparazione agli esami.

Ti piace questo post? Si prega di condividere con i tuoi amici:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: